Poken, fuori e dentro il socialmondo

Poken

Poken

Questa è una notizia per soli geek. Nessuno vorrà questo oggetto al di fuori di noi e solo noi lo terremo in bella mostra appeso alle chiavi di casa o del Segway sperando di incontrare (cosa impossibile) altre persone dotate di Poken con cui scambiarci i dati e diventare amici su Facebook, Twitter, Netlog, SecondBrain… Ma con loro non ci servirà, questo oggetto, perché sono certamente già nostri amici online ovunque, anche su plurk!

Ciò nonostante l’idea di abolire i biglietti da visita e sostituirli con una stretta di mano (anzi, un DAMMI IL CINQUE a quattro dita) tra pupazzetti di plastica, è nell’aria da secoli. Se ben realizzata potrebbe anche essere pratica e divertente. Al termine dello scorso millennio, ad esempio, io avevo un “java ring” che, inserito in un apposito lettore, poteva accreditarmi e rendermi riconoscibile ovunque il lettore fosse posizionato. Sia ben chiaro: mai trovato da nessuna parte un lettore di java ring!

Poken, per soli geek

Poken, per soli geek

Il Poken funziona così: per prima cosa si collega al proprio computer, gli si forniscono tutti i dati che vogliamo rendere condivisibili e poi lo si porta in giro con noi nella speranza di trovare altri Poken nelle nostre riunioni di lavoro o durante feste, aperitivi, concerti e occasioni sociali varie. Sul palmo del pupazzetto c’è un sensore RFID. Quando due pupazzetti avvicinano il palmo, si sente un’attrazione calamitata tra le due manine. Basta un secondo e tutti i dati vengono scambiati tra i due esserini di plastica. Una luce verde indica che lo scambio è andato a buon fine. Una luce rossa avverte che lo scambio è da ripetere.

Al termine della nostra lunga giornata di frenetici contatti potremo collegare il Poken alla porta USB del computer per ritrovartci improvvisamente amici e followers di tutte le persone incontrate.

Che cosa manca al Poken? Se proprio vogliamo essere veramente maniaci, manca una connessione bluetooth che gli consenta di interagire subito con il telefono cellulare, lo smartphone, il palmare, l’ultra mobile pc, il mobile internet device, il wearable pc ecc… e passare al nostro compagno di lavoro e di divertimento tutti i dati acquisiti. Per trasferire le info raccolte nel corso della nostra giornata di incontri, serve infatti una presa USB standard. E il mio Nokia N82 non cell’ha. Il mio Nokia N82 si sincronizza online con il portalone ovi.com, quindi mi sarebbe piaciuto poter fare a meno del PC per allineare al volo e senza mai passare dal via tutti i contatti di tutti i generi…

In ogni caso… se c’è qualche importatore di gadget elettronici lì fuori, l’invito è chiaro: presto presto, non farti soffiare lo scoop, importa subito il Poken! Poi mandami un’e-mail così sarai certo di averne venduti almeno due (uno è per mia moglie).  ;-)

Marco Morello

integratori-alimentari-online-vendita-sponsor-80

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: